Odontoiatria conservativa

• -10% per contanti • denti in due giorni • trasporto organizzato

Odontoiatria conservativa

Igiene orale professionale

L’igiene orale è la prima buona abitudine per conservare la salute dei propri denti ma per quanto possa essere eseguita in modo meticoloso non è sufficiente, infatti è necessario periodicamente sottoporsi a sedute di pulizia dal proprio dentista per rimuovere quei residui di placca e batteri in quegli spazi difficili da raggiungere con lo spazzolino.

La pulizia dentale professionale o detartasi effettuata dall’igienista dentale permette di prevenire quelle patologie dentali e gengivali quali parodontiti, gengiviti o pulpiti che a lungo termine possono mettere a repentaglio il benessere del cavo orale.

Risulta particolarmente importante effettuare una corretta igiene orale dopo essersi sottoposti agli interventi di implantologia dentale.

Vantaggi della pulizia dentale professionale:

  • Rimuove placca e tartaro,
  • Previene la formazione di carie,
  • Lucida i denti,
  • Contrasta l’infiammazione delle gengive,
  • Rinforza i denti,
  • Elimina eventuali macchie dai denti,
  • Migliora l’alitosi,
  • Rende i denti piu’ bianchi,
  • Diminuisce i rischi di complicanze dopo gli interventi di implantologia dentale.

In cosa consiste la pulizia dentale professionale

La seduta inizia con il controllo dell’intero cavo orale, solo dopo si può procedere con l’ablazione del tartaro vera e propria che solitamente viene eseguita con l’ablatore, uno strumento ultrasonico che distacca il tartaro dalla superficie dei denti e successivamente rifinita con strumenti in acciaio dotati di punte affilate (curette) che eliminano i depositi di placca sopra e sotto le gengive.

Successivamente attraverso l’applicazione di una particolare pasta abrasiva vengono rimosse le pigmentazioni e le macchie adese alla superficie dentale create dal caffé, té, fumo per migliorare anche l’aspetto estetico dei denti. A questo punto si può procedere con la lucidatura dei denti e con il risciacquo abbondante con acqua per eliminare eventuali residui di pasta applicati dall’igienista. Viene richiesto al paziente di attendere un ora circa prima di assumere cibi o bevande.

La durata totale di una seduta di igiene orale è di 30-60 minuti a seconda del caso clinico, non è dolorosa per il paziente ma nel caso possa arrecare fastidio può essere richiesta l’anestesia locale al proprio odontoiatra.

Ogni quanto è bene eseguire una seduta di igiene orale professionale

La frequenza con cui è bene eseguire una ablazione del tartaro professionale è stabilita su ogni singolo paziente a seconda del caso clinico e dipendente da molti fattori:

  • Attenzione con cui il paziente esegue una corretta igiene orale domiciliare
  • Presenza di patologie parodontiche
  • Abitudine al fumo
  • Predisposizione personale alla formazione di tartaro
  • Presenza di pregeressi interventi quali impianti dentali o innesto osseo

Sarà il vostro medico odontoiatra a indicarvi ogni quanto è consigliato in base alle vostre abitudini eseguire una ablazione del tartaro professionale, le linee guida generali la indicano con una frequenza di almeno 2 volte all’anno, quindi, ogni 6 mesi. E particolarmente importante prestare attenzione all’igiene orale dopo aver eseguito interventi come l’implantologia dentale e l’innesto osseo.

La seduta di igiene orale è una ottima occasione per un controllo generale della bocca, per verificare l’eventuale presenza di carie e per poter intervenire tempestivamente nel caso vengano riscontrate particolari patologie. Inoltre durante la seduta di igiene orale viene istruito il paziente di come eseguire corrette manovre di igiene orale domiciliare.

Per effettuare una seduta di igiene orale non è necessario recarsi nel nostro studio dentistico in Croazia ma sarà possibile effettuarla con il nostro dentista di Forlí.

Otturazione

L’otturazione dentale è una tecnica dell’odontoiatria conservativa volta a ricostruire una cavità creatasi in seguito a un processo cariogeno, ripristinando la struttura e la morfologia del dente.

Una carie, non è altro che un infezione dello smalto dentale, una volta che vi è in atto un processo cariogeno non è più possibile curarlo autonomamente ma l’unico che può porvi rimedio è il medico dentista, che tramite trapano dovrà asportare sia la carie sia una porzione dello smalto circostante, per assicurarsi che non vi rimangano residui. Questo comporta la creazione di una cavità inevitabile nel punto in cui si interviene. Per ovviare ai problemi funzionali ed estetici di questo trattamento viene utilizzata la tecnica dell’otturazione che consiste nel riempimento e modellamento della porzione mancante del dente, tramite alcuni materiali che differiscono per composizione.

Indicazioni

  • Curare una carie superficiale,
  • Sigillare le cavità in cui potrebbe penetrare i batteri,
  • Alleviare il mal di denti,
  • Evitare una ulteriore degenerazione del processo cariogeno sia nel dente interessato che nei denti circostanti.

Come si interviene?

L’intervento di otturazione viene eseguito ambulatorialmente e se necessario con utilizzo di anestesia locale, è pertanto una pratica totalmente indolore per il paziente.

Prima di effettuare la procedura il medico dentista può eseguire una radiografia del dente per valutare l’importanza e la profondità della lesione e una pulizia dentale per assicurare una igiene del cavo orale ed evitare che avvengano quindi eventuali contaminazioni durante l’intervento. L’otturazione è una procedura che mediamente si svolge in circa 25-30 minuti e la funzionalità del dente viene riacquistata in tempi molto brevi, già dopo qualche ora si può riprendere la normale masticazione.

Seguendo un regime di igiene orale quotidiana regolare con periodiche visite di controllo e uno stile di alimentazione corretto, la vita di una otturazione può essere molto duratura nel tempo ripristinando appieno la funzionalità e l’estetica del dente.

Devitalizzazione

La devitalizzazione o anche conosciuta come cura canalare è una operazione odontoiatrica che consiste nel rimuovere il materiale vascolare e nervoso che si trova all’interno del dente e che prende il nome di polpa dentale.

La devitalizzazione viene eseguita quando la camera pulpare risulta infetta o infiammata, questa condizione può verificarsi in seguito a lesioni cariose non curate, traumi o infezioni. La cura canalare non è dolorosa per il paziente, viene eseguita in anestesia locale ed è assolutamente necessario effettuarla quanto prima, per evitare un peggioramento della situazione che potrebbe provocare l’insorgenza di ascessi o granulomi. La devitalizzazione permette di riparare denti gravemente compromessi da lesioni cariose e consente, quindi, di salvarlo da una inevitabile estrazione.

Il medico odontoiatria dopo aver somministrato l’anestesia locale procede con la rimozione della polpa dentale e la disinfezione del canale radicolare, il quale, verrà successivamente riempito con materiale sterile in grado di garantire l’isolamento del canale radicolare. Verrà sigillato il dente con una otturazione per impedire l’ingresso dei batteri.

Un dente devitalizzato può rompersi con più facilità pertanto, in molti casi risulta indispensabile ricoprire il dente con una capsula in ceramica affinché possa resistere maggiormente alla masticazione.

Per informazioni

Si prega di lasciare vuoto questo campo.