Otoplastica

• team di rinomati specialisti • massima sicurezza • trasporto organizzato

Otoplastica – correzione delle orecchie

L’operazione estetica delle orecchie denominata anche otoplastica è uno degli interventi più comuni nella chirurgia estetico-correttiva. Le cosiddette orecchie a sventola (o sporgenti) sono considerate, delle caratteristiche anatomiche ereditarie, in quanto è più comune riscontrarle tra membri della stessa famiglia. Le orecchie a sventola sono reputate solo ed esclusivamente un difetto estetico, poiché non alterano le capacità uditive di una persona. I padiglioni auricolari sono tra le prime strutture anatomiche del corpo a raggiungere, già in giovane età , e dopo soprattutto nella pubertà può creare profonda insoddisfazione.

Nei primi mesi di vita i padiglioni auricolari dei bambini sono ancora morbidi e flessibili ed è possibile correggere alcune irregolarità nella forma dell’orecchio utilizzando bendaggi e nastri.
Dopo, quando le orecchie hanno preso una forma definitiva adesione e riduzione sono eseguiti chirurgicamente cioè con l’otoplastica. Negli adulti, l’otoplastica è considerata un intervento di chirurgia ambulatoriale, in quanto si esegue in anestesia locale e non richiede il ricovero ospedaliero post-intervento. L’intervento può fare la gente d’ogni età che si sente a disagio o in imbarazzo delle proprie orecchie. L’età minima, per realizzare l’operazione sui bambini, coincide col momento in cui cessa lo sviluppo delle orecchie e della cartilagine auricolare, quindi attorno ai 4 anni. Il modellamento prevede l’eliminazione di una semplice porzione di cute e il riposizionamento della membrana cartilaginea in modo che si riduca l’angolo dato dalla sporgenza del padiglione rispetto alla testa. L’intervento di otoplastica dura meno di un’ ora . Con l’orecchio permanentemente posizionato vicino alla testa, le cicatrici chirurgiche sono nascoste dietro l’orecchio o ben nascoste dentro le pieghe naturali dell’orecchio.

Il bendaggio protettivo, applicato dopo l’intervento chirurgico, deve essere mantenuto per qualche giorno, dopodiché si sostituisce con una fascia elastica che si porta’ per altri 5 giorni, mentre le cuciture vengono rimosse dopo sette giorni. Si consiglia di non lavare i capelli, almeno fino a quando non si è tolto il bendaggio dopo minimo 7 giorni. L’unica protezione consigliata è un bendaggio elastico , da applicare attorno alla testa, per 3-4 settimane, allo scopo di proteggere le orecchie durante la notte. Inoltre la chirurgia non lascia alcuna traccia visibile perché le cicatrici sono nascoste nella piega retroauricolare. Il risultato dell’operazione è permanente.

Per informazioni