Recupero post-operatorio dopo l’intervento impiantologico

By: | Tags: | Comments: 0 | maggio 23rd, 2017

 

Dopo aver effettuato l’inserimento degli impianti è importante istruire il paziente nel recupero post-operatorio e spiegargli il modo giusto del mantenimento dell’igiene orale.

Una volta finito il trattamento chirurgico, ogni paziente riceverà l’antibiotico, l’antidolorifico( Ketonal, Voltaren, Neofen forte ma mai farmaci come Andol o l’Aspirina che prolungheranno le emorragie) e in fine il paziente riceverà del ghiaccio.

Una conseguenza tuttavia normale che può durare un paio di giorni è il gonfiore possibilmente accompagnato da emorragie minori attorno l’impianto inserito. Durante le prime 24 ore dopo l’intervento è sconsigliato fare risciacqui e fumare. Per il periodo di sette giorni dopo l’intervento si consigliano cibi morbidi e quantità diminuite. I punti vengono tolti due settimane dopo l’intervento.

Per l’igiene post-operativa basta usare lo spazzolino da denti morbido e il colluttorio. Usando lo spazzolino morbido la ferita non può essere irritata maggiormente. Mantenendo una buona igiene orale si ottiene l’integrazione forte del impianto dentro l’osso. Con una cura adeguata l’impianto dentale è destinato a rimanerci a vita. Con una mancata buona igiene orale rischiamo in grosso modo di perdere l’impianto che a causa di infezioni e gonfiori attorno l’impianto porterà all’ estrazione dell‘impianto. Un processo infiammatorio del genere si può curare ma non è da escludere che il paziente probabilmente dovrà ricominciare da capo con l’inserimento di un impianto nuovo dopo aver estratto il vecchio. In rari casi ocorre il rigetto dell’ impianto dentale e molto probabilmente che è l’organismo del paziente stesso che lo ha rifiutato.

You must be logged in to post a comment.